La consapevolezza di fare parte indelebilmente di un grande progetto.

 

Avete mai pensato di intraprendere una carriera nell’ambito della ricerca all’estero? Oramai in un mondo così globalizzato tutto sembra a portata di mano, ma molto spesso alcune delle civiltà più ricche si trovano in zone poco sicure che necessitano di particolare attenzione. Il professore Riccardo Redaelli ci parla della sua esperienza in Medio Oriente.

Così Martina Santagostino e Bianca Bartolomeo, ex Lead organizer di TEDXUNICATT si sono raccontate ai microfoni del podcast Lights Off facendo riaffiorare ricordi ed esperienze che molto probabilmente ricorderanno per tutta la vita.

Abbiamo ripercorso la loro storia e il loro trascorso in TedX partendo dalle motivazioni che le hanno spinte ad avvicinarsi ad una realtà di questo tipo passando poi per quelle motivazioni che hanno scelto ed inciso sulla scelta che le ha portate a coordinare un evento di tale calibro e con ospiti di onore.

Quello che emerge da tutta la puntata è la voglia di mettersi in gioco per uscire dalla semplice concezione che l’università sia solo studio e libri e poi affiancata dalla volontà di rompere l’ordinaria monotonia della quotidianità uscendo dagli schemi entrando in una realtà che a livello umano e culturale ha davvero tanto da offire.

Infatti si è parlato di legami, di amicizie, della posizione di Lead Organizer vista non come coordinatore assoluto ed incontestabile ma più come fratello maggiore capace di ottenere il massimo da tutti soprattutto in vista poi di un evento capace poi di radunare esperti e luminari in determinati campi del sapere. 

L’altro elemento che emerge con preponderanza è la volontà di avvicinare al mondo ed alla realtà di TEDX quanti più studenti possibili che hanno voglia di scoprire nuovi mondi, trovare nuove amicizie e cercare la motivazione con stimoli sempre nuovi, infatti una frase che ci ha particolarmente colpito circa la puntata del podcast è proprio quella:

“mai provi, mai sai e soprattutto incontrerai un sacco di persone fantastiche che hanno voglia di fare esperienza tanto quanto te e che ti stimoleranno al 100%”.

Resta dunque la ferma convinzione di aver fatto parte di un grande progetto e soprattutto l’emozione di aver organizzato un grande evento e la soddisfazione di aver reso ognuno dei componenti protagonista a modo suo, spingendolo a contribuire coinvolgendolo come in una grande famiglia.

 

Quindi a luci spente o capito che:

per Bianca e martina quello che era cominciato come un gioco, come una sfida è diventato qualcosa di più ovvero: sfida, passione, motivazione e condivisione di un fine comune, quello che è un po’ TedxUNICATT una grande famiglia dove ognuno, a modo suo contribuisce a far si che la realtà che ci circonda possa essere un posto migliore e più stimolante per tutti con l’unico imperativo di fare quello che ci rende davvero felici e possa realizzarci come persone.